In un quinquennio Abitcoop, attraverso la decisione, adottata dal suo Consiglio di Amministrazione all’indomani della “crisi economica”, di andare in aiuto alle famiglie che in questi anni recenti si sono venute a trovare in condizioni di disagio, sofferto per le più instabili e precarie condizioni di lavoro, in particolare a seguito di licenziamenti o processi di cassa integrazione e/o di cessazione di attività imprenditoriale di un componente del nucleo familiare, ha erogato oltre 30.000 Euro di contributi in conto pagamento dei canoni di godimento temporaneo relativi ad alloggi, che la Cooperativa ha concesso in assegnazione ai suoi soci.Complessivamente a partire dal 2011, cui risale la prima decisione di dar corso a questa iniziativa di solidarietà, coerente con la mission ed i valori che da sempre contraddistinguono l’azione di Abitcoop, sono stati 21 i nuclei familiari di soci che hanno potuto beneficiare del provvedimento.L’anno nero della crisi a livello modenese, in base al numero di domande pervenute e soddisfatte, è stato nel 2013.