L’Ingegner Francesco Rossi di Abitcoop riceve il premio da Stefano Vaccari, assessore all’Ambiente della Provincia di Modena

La nuova sede Abitcoop ha ricevuto il premio Domotica nell’ambito della Settimana della bioarchitettura e della domotica tenutasi a Modena dal 12 al 16 novembre 2012. “Particolarmente apprezzate – si legge nella motivazione del Premio – sono state la risoluzione dei ponti termici e la simulazione dinamica in regime estivo, che dovrebbe costituire un esempio di “best practice” per gran parte dei sistemi edificio-impianto delle nostre latitudini.

 

ABITCOOP, PREMIO PER EDIFICIO TERZIARIO. MOTIVAZIONE

Relativamente alle soluzioni adottate in campo domotico, si sottolinea l’uso ragionevole, misurato ed efficace dei sistemi previsti. Soprattutto, però, il progetto in questione evidenzia in maniera particolarmente meritoria come la domotica debba essere uno strumento di ottimizzazione e comfort all’interno di un edificio che possieda già caratteristiche di eccellenza dal punto di vista dell’efficienza e del risparmio energetico.

Nel caso in oggetto, infatti, risultati di grande rilevanza nel campo dell’efficienza energetica vengono ottenuti mediante una serie di accorgimenti che privilegiano l’involucro edilizio senza mai perdere in sostenibilità e replicabilità degli interventi. Di particolare pregio è l’utilizzo di soluzioni semplici applicate con la logica del buon senso: rientrano in questa categoria una vetrata altamente isolante sia termicamente che acusticamente, l’utilizzo di tende esterne in tessuto a basso coefficiente di trasmissione solare, un sistema di facciata ventilata, un materiale di rivestimento esterno costituito da pannelli ecologici a base di fibra di cellulosa, e, più di ogni altra, una progettazione attenta all’importanza del fattore di forma del fabbricato (S/V) pari a 0,41.

Particolarmente apprezzate sono state la risoluzione dei ponti termici e la simulazione dinamica in regime estivo, che dovrebbe costituire un esempio di “best practice” per gran parte dei sistemi edificio-impianto delle nostre latitudini. Non meraviglia, alla luce della cura impiegata nella progettazione dell’involucro, che risultino efficienti e replicabili le soluzioni impiantistiche inclusive di sistemi a fonti rinnovabili.