< Torna a Notizie

Abitcoop, bilancio 2017 a quota 15 milioni

Pubblicata il 25 giugno 2018

Di seguito riportiamo l’articolo uscito venerdì 22 giugno 2018 sulla Gazzetta di Modena.

 

È il valore della produzione della Cooperativa di abitazione, che ha chiuso con utile di 733mila Euro

 

Un valore della produzione superiore a 15 milioni di Euro, prodotto per lo più attraverso l’assegnazione in proprietà ai soci di 61 alloggi, e un utile di 733mila e 778 Euro; lavori avviati per la realizzazione di 25 alloggi, e 60 alloggi consegnati ai soci, di cui 14 in godimento e 46 in proprietà. Sono questi i dati centrali del Bilancio di esercizio 2017 di Abitcoop, principale cooperativa di abitanti della provincia di Modena con oltre 19 mila soci.

«Considerato l’andamento del settore immobiliare in Italia – ha dichiarato il presidente Lauro Lugli in occasione dell’assemblea dei soci tenuta nei giorni scorsi – valutiamo il risultato raggiunto nel 2017 decisamente positivo. Siamo cresciuti sia in termini economici sia sotto il profilo dell’attività, e il potenziamento delle attività di servizio, in particolare sul fronte del recupero edilizio e della riqualificazione energetica, sta già dando i primi riscontri. Crediamo che quella intrapresa sia la strada giusta».

Solidità patrimoniale, miglioramento dell’efficienza gestionale e della qualità organizzativa, ampliamento delle attività e dei servizi: sono queste le leve principali su cui Abitcoop ha concentrato i propri sforzi nel 2017, per allinearsi all’evoluzione delle esigenze abitative e dalla necessità di riqualificare le città attraverso interventi di ricostruzione, rigenerazione e recupero degli edifici esistenti. Dal punto di vista patrimoniale la cooperativa si è ulteriormente rafforzata, potendo contare su un patrimonio netto di oltre 53,5 milioni di euro (53.623.480).

«Il patrimonio attuale, che è quasi il doppio delle immobilizzazioni (beni strumentali, alloggi in godimento, partecipazioni) – spiega Morena Galli, responsabile amministrativa di Abitcoop – costituisce una fondamentale risorsa per eventuali future esigenze nella gestione dell’attività propria della cooperativa o di nuovi immobilizzi, e quindi rappresenta una concreta garanzia per i soci di ieri e, a maggior ragione, per quelli di oggi e di domani».

Nel corso del 2017 sono stati ammessi 220 nuovi soci, 182 dei quali di Modena: un numero che riflette l’ancora elevata domanda di case presente nel capoluogo e il forte radicamento e prestigio goduti dalla cooperativa.

 

ph© serena campanini/baracchi

ph© serena campanini/baracchi

ph© serena campanini/baracchi

ph© serena campanini/baracchi

Lascia un tuo commento